Associazione Istruzione Unita Scuola-Sindacato Autonomo Sede Nazionale: Via Olona n.19-20123 Milano Info :3466872531











giovedì 16 settembre 2010

Il sindacato Iuniscuola invece pretende «un commissario ad acta per il provveditorato in modo da garantire la trasparenza delle operazioni».


15-09-2010 Il Giorno:
[All'appello mancano i docenti Orari ridotti e cattedre fantasma
PRIMA CAMPANELLA Sono oltre 400 mila gli studenti tornati sui banchi di scuola
di LUCA SALVI

MILANO ORARI RIDOTTI nella prima settimana a causa delle cattedre fantasma.
Docenti di sostegno che mancano all'appello.
Elenchi delle disponibilità di posti imprecisi e incompleti.
Oltre un migliaio di posti assegnati non ancora coperti dai docenti, o per ragioni burocratiche o perché nel frattempo sono stati nominati da altri provveditorati regionali.
«Tutti gli organici saranno pronti per l'inizio delle lezioni», aveva promesso il direttore scolastico regionale, Giuseppe Colosio.
Ma a Milano molte scuole aspettano ancora due o più cattedre.
All'Istituto professionale Cavalieri, in via Olona e nella succursale di Famagosta, la prima settimana prevede solo 4 ore al giorno. Ai licei Einstein e Marconi mancano due docenti. Così anche al nuovo liceo musicale al Tenca. All'Ipsia Carlo Porta mancano ancora due cattedre, all'Itis Galieli un docente di sostegno, così come all'Itis Feltrinelli e all'Itc Sraffa-Luxembourg. In provincia non va meglio. Solo due cattedre assegnate finora per 30 studenti disabili all'Ipsia Meroni di Lissone, solo una all'Itc Gandhi di Desano Brianza. E la lista si può allungare con l'ora alternativa alla religione. Nelle medie mancano docenti per gli alunni che dovesse scegliere di non frequentare la materia. Intanto i precari continuano il loro presidio davanti al provveditorato e oggi alle 16 consegneranno un elenco di posti disponibili ma non per gli elenchi delle scuole polo in cui venivano assegnati gli incarichi. «Abbiamo telefonato alle scuole, chiesto ai colleghi, monitorato i nostri istituti rivela Miriam del Movimento scuola precaria e sono saltate fuori tante cattedre. Qui si andrà ben oltre il 13 settembre con le nomine». A TUTTO QUESTO si aggiungono i tagli ormai resi pubblici. Di fronte a un aumento di 6.161 studenti nelle scuole statali milanesi (totale: 433.364), sono diminuiti i docenti: 731 quelli di ruolo in meno. I sindacati sono in fermento. La Flc-Cgil, la Cisl e la Uil chiedono un incontro urgente con Colosio. «Ora sarà un gioco al massacro spiega Attilio Paparazzo, segretario provinciale perché le nomine passano ai presidi ma con le disponibilità ancora incerte e i presidi che scorreranno gli elenchi indipendentemente l'uno dall'altro si rischia solo confusione. E a rimetterci saranno i precari». Il sindacato Iuniscuola invece pretende «un commissario ad acta per il provveditorato in modo da garantire la trasparenza delle operazioni».]

domenica 12 settembre 2010

Primo giorno di scuola: chi manca all'appello?

Riceviamo e volentieri pubblichiamo
mercoledì 15 SETTEMBRE, ORE 16.00
«I precari della scuola insieme a studenti e genitori si recheranno presso l'UST per chiedere dove sono i docenti e i collaboratori scolastici che ancora mancano nelle scuole.
Scarica il volantino con le richieste, mettilo a scuola e vieni con NOI!
A Milano vogliamo avanzare delle richieste precise all'USR, fra le quali il blocco del patto territoriale, una maggiore trasparenza nelle operazioni di nomina provinciale e di gestione delle graduatorie d'istituto ed una integrazione immediata dell'organico, a partire da quello di sostegno. Per questo:
1) Fin dal primo giorno facciamo entrare la protesta nelle nostre scuole: scarichiamo il materiale informativo disponibile e i volantini da affiggere nelle bacheche sindacali

2) Fin dal primo giorno di scuola monitoriamo l'organico mancante: quante cattedre sono scoperte? Quante aule sovraffollate? Quanto personale manca rispetto all'anno precedente? Chi manca a scuola?

3) Verifichiamo l’eventuale disponibilità di cattedre o spezzoni non presenti negli elenchi dell’USP, anche telefonando alle scuole in cui abbiamo lavorato gli anni precedenti

4) Raccolti quanti più dati significativi possiamo, chiediamo alle rsu della nostra scuola di indire subito delle assemblee nelle scuole, aperte a genitori e studenti

5) Incontriamoci e chiediamo subito all’USP di rendere conto di tutte le omissioni e di tutte le irregolarità. Mercoledì 15 settembre troviamoci di fronte l’USP alle 16.00 per recapitare all’ufficio del direttore regionale il documento con le nostre rivendicazioni ».

Per saperne di più. clicca QUi

FINITO LO SCIOPERO CONTINUA LA FAME!


Continua la protesta estrema

Ecco il comunicato -11 settembre 2o1o
Al 4° giorno di sciopero della fame i precari decidono di passare la staffetta alla piazza...
ORA TOCCA A VOI!SABATO 11 SETTEMBRE GRANDE MANIFESTAZIONE CITTADINA IN DIFESA DELLA SCUOLA PUBBLICACONTRO I TAGLI INFLITTI DA QUESTO GOVERNOI PRECARI DELLA SCUOLA DI MILANO INVITANO TUTTI I CITTADINI, LAVORATORI, ASSOCIAZIONI SINDACALI E POLITICHE
A PARTECIPARE

SABATO 11 RITROVO ORE 15 PIAZZA MISSORI MILANO
e alla fine, sotto il provveditorato, raccolta libri di testo per
gli studenti rimasti senza docenti: portate i vostri!


Movimento Scuola Precaria e Presidio Permanente dei lavoratori della Scuola